Britannia d’oro (Regno Unito)

Britannia d'oro

La Britannia d’oro è stata la prima moneta in oro da investimento europea del peso di 1 Oncia troy e in Gran Bretagna ha ancora oggi regolare corso legale.

La Britannia d’oro è famosa nel Regno Unito per essere esente dalla Capital Gain Tax, cioè non vi è nessuna imposizione fiscale sul ricavato della vendita. Quindi è considerata un ottimo investimento per garantirsi un utile esentasse.

Britannia d’oro – caratteristiche

Coniata in oro puro a 24 carati, rappresenta un’ottima opportunità per chi vuole investire in monete d’oro, anche grazie alla sua ben nota liquidità. È importante sottolineare che i 24 carati sono stati introdotti nelle emissioni dal 2013 in poi, mentre precedentemente si trattava di oro a 916,7 gradi di purezza, quindi 22 carati.

Il disegno impresso sulle due facce, molto raffinato ed apprezzato sia dagli investitori che dai collezionisti. Questo viene realizzato con avanzate tecniche di conio che rendono la Britannia molto sicura dal punto di vista della sempre possibile contraffazione.  

La Britannia come moneta da investimento

Sul mercato le Britannia emesse negli anni passati continuano a spuntare quotazioni molto interessanti.
Da sempre questa moneta rappresenta un porto sicuro per chiunque voglia introdurre elementi di diversificazione nel proprio portafoglio di investimenti. Il valore nominale del Britannia da 1 oncia è di 100 sterline, anche se naturalmente il valore reale sul mercato è molto maggiore.

Descrizione della Britannia d’oro da investimento

Dal Diritto

Sul lato frontale della moneta è presente la regina Elisabetta II, disegnata da Rank Broadley. Il ritratto è circondato dalla scritta ELIZABETH II, D, G, REG, FID, DEF. Il significato di questa scritta è :Dei Gratia Regina, Defensor Fidei, vale a dire “Per Grazia di Dio, Regina, Difensore della Fede”.

Dal Rovescio

Spicca l’immagine di Lady Britannia, un simbolo della Bretagna già dai tempi dei romani. Rispetto alla prima emissione questa immagine è stata in effetti rivista 2 volte. Nella prima versione, disegnata da Philip Nathan, la Dea è in piedi, mentre nella moneta coniata dal 2005 in poi è seduta e richiama la versione originale dell’immagine di Britannia risalente al 2° secolo, quindi in piena epoca romana.

In ogni caso la Dea è stata sempre raffigurata con un tridente, uno scudo e un elmo corinzio. Porta anche un ramoscello d’ulivo che rappresenta pace e vittoria e storicamente viene indossato dalle vergini e dalle spose. Esiste anche una terza versione di Britannia, quella del 2003, in cui la Dea indossa un elmo simbolo della preparazione alla guerra.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*